Tassi BCE al minimo storico

Tassi BCE al minimo storico

La BCE ha deciso di tagliare il tasso di riferimento di un quarto di punto. Quindi si passa dallo 0,50% allo 0,25%.
In seguito alla mossa di Draghi, i mutui costeranno meno solo per coloro, e in Italia sono un’esigua minoranza, che hanno sottoscritto un finanziamento variabile parametrato specificamente al tasso di Francoforte.
Infatti, la maggior parte dei mutui variabili sono legati al tasso Euribor, un indice del costo del denaro nelle transazioni a breve tra banche, che prima della crisi si evolveva rispettando una certa simmetria rispetto all tasso Bce, ma che da due anni a questa parte si muove per conto suo ed è talmente basso (i parametri più adottati nei mutui, l’Euribor a 1 e a 3 mesi, sono rispettivamente allo 0,13% e allo 0,24%) che non può più materialmente scendere.
Questa manovra non porterà alcun beneficio nell’immediato, ma nei prossimi mesi potrebbero abbassarsi i tassi dei prodotti a tasso fisso proposti dagli istituti di credito.

Condividi "Tassi BCE al minimo storico" con:

Nessun commento

Leave a reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: